gengive abbassate

Gengive abbassate: perché succede?

In questo articolo noi dello Studio Dentistico Pieroni analizzeremo le cause delle gengive abbassate e come rimediare a questa problematica. 

recessioni gengivali

Il ritiro della gengiva, o recessione gengivale, è un disturbo molto comune, che si presenta spesso in età adulta. 

Consiste nell’abbassamento della parte anteriore della gengiva verso la base del dente e causa uno spiacevole inestetismo.

Il segno più comune che ci aiuta ad individuare la presenza di una recessione è la visibilità di una parte più giallognola del dente (la radice) che è rimasta scoperta a causa del ritiro del tessuto parodontale. 

Oltre a compromettere l’estetica del sorriso, questa complicazione porta alla creazione di spazi tra i denti e di tasche gengivali che rendono più complicata la normale igiene orale dell’individuo. 

Benché questa problematica non causi la caduta dei denti come la parodontite, un’altra ben più grave patologia del parodonto, può comunque causare un considerevole aumento della sensibilità dell’elemento dentale affetto, compromettere la sua stabilità e rendere molto più complicata la normale routine di igiene orale. 

Ma cosa causa questa problematica e, soprattutto, come si può rimediare?


Gengive abbassate: le cause

Innanzitutto, bisogna specificare che non esiste una vera e propria causa principale per il ritiro della gengiva. Piuttosto, si può parlare di una somma di fattori che contribuiscono allo sviluppo di questa complicazione. Tra le più comuni troviamo: 

  • manovre di spazzolamento scorrette: può sembrare una minuzia, ma usare scorrettamente lo spazzolino durante la normale routine di pulizia può causare l’assottigliamento della gengiva; 
  • cattiva igiene orale: trascurando questa importantissima abitudine si favorisce la proliferazione di batteri e sporcizia nel cavo orale. Così facendo, si crea una situazione ideale per lo sviluppo di un gran numero di disturbi, quindi anche per la recessione gengivale; 
  • digrignazione dei denti: questa abitudine conduce all’usura del tessuto parodontale e al suo conseguente ritiro;
  • caratteristiche genetiche: la recessione della gengiva può anche essere dettata da una componente genetica.

Gengive abbassate: che rimedi esistono?

Per ripristinare l’estetica del sorriso è molto importante rimediare alle recessioni gengivali. 

Innanzitutto, è importantissimo rivolgersi al proprio dentista per una visita per determinare il miglior modo per affrontare la problematica. 

Nell’attesa di un consulto professionale è consigliabile: 

  • evitare alimenti acidi: se si consumano, bisogna sciacquare spesso la bocca con dell’acqua; 
  • osservare una attenta routine di igiene orale. 

La soluzione più efficace e più comunemente utilizzata per risolvere questa problematica è la chirurgia mucogengivale.

gengive abbassate

Questo trattamento consiste nell’aumento del volume e quantità della gengiva nella zona interessata dalla recessione grazie all’innesto di un campione di tessuto. Questo campione viene semplicemente posizionato e fissato nella parte interessata e 

Questo tessuto può essere autologo, cioè prelevato direttamente dal paziente, o eterologo, quindi prelevato da fonti esterne. 

In ogni caso, questa procedura è assolutamente sicura, minimamente invasiva e davvero efficace. 

Benché non sia sempre necessario ricorrere ad un intervento chirurgico, questo trattamento è sicuramente tra i più efficaci, anche in caso di recessioni piuttosto avanzate. 

Contattaci per saperne di più! 

Noi dello Studio Dentistico Pieroni siamo sempre al tuo fianco per darti il bel sorriso che meriti.